Calabria accoglie 2.0

Affrontare le criticità e le sfide che la crescente pressione migratoria pone al tema dell’integrazione dei cittadini extra UE.

PARTECIPAAZIONE

Il progetto si pone l’obiettivo di attivare un laboratorio diffuso di innovazione sociale, che consenta di affrontare le criticità e le sfide che la crescente pressione migratoria pone al tema dell’integrazione dei cittadini extra UE.
Le attività verranno condotte adottando la metodologia della ricerca-azione, compiendo cioè il tentativo di coniugare uno spiccato orientamento all’innovazione con l’esigenza di incidere (in termini di realizzazioni, risultati ed impatto) in maniera significativa sul territorio regionale.

PARTENARIATO
La rete territoriale nasce a seguito del progetto multiazione Calabria accoglie in corso, dalla collaborazione tra Regione e USR e dal partenariato proposto dal Consorzio NOVA in sede di selezione del partner privato. Ai tre istituti scolastici, che a loro volta vantano accordo con ulteriori 7 istituti, si aggiunte la costituenda ATS, di cui NOVA sarà
capofila, costituita da Agorà Kroton, Cisme, Meet Project, Mondiversi, Pathos, Promidea, SOS Ioraztalia, PartecipaAzione, che vantano un’esperienza pluriennale sui temi dell’accoglienza e sui processi di inclusione sociale nei rispettivi ambiti distrettuali, nonchè una lunga esperienza di partecipazione attiva alle azioni regionali sul tema.
Ogni organizzazione coinvolta ha costruito nei rispettivi territori una significativa capacità di public engagement, di concertazione e di coordinamento pubblico-privato, accompagnando i migranti nell’accesso alla rete dei servizi pubblici e privati, risultando altresì un punto di riferimento per la rispettiva rete locale capace di aprire più canali di
inclusione sociale attraverso le strutture SPRAR, i centri che accolgono MSNA, i laboratori pedagogici e di didattica innovativa, le azioni di promozione sociale, i servizi di mediazione interculturale, gli incubatori di “impresa meticcia”, le pratiche innovative di ospitalità diffusa e di integrazione alloggiativa e più in generale i servizi di mentoring per la popolazione straniera.

OUR DOCUMENTS

Calabria accoglie 2.0

Calabria accoglie 2.0

Il progetto si pone l’obiettivo di attivare un laboratorio diffuso di innovazione sociale, che consenta di affrontare le criticità e le sfide che la crescente pressione migratoria pone al tema dell’integrazione dei cittadini extra UE.
Le attività verranno condotte adottando la metodologia della ricerca-azione, compiendo cioè il tentativo di coniugare uno spiccato orientamento all’innovazione con l’esigenza di incidere (in termini di realizzazioni, risultati ed impatto) in maniera significativa sul territorio regionale.

PARTENARIATO
La rete territoriale nasce a seguito del progetto multiazione Calabria accoglie in corso, dalla collaborazione tra Regione e USR e dal partenariato proposto dal Consorzio NOVA in sede di selezione del partner privato. Ai tre istituti scolastici, che a loro volta vantano accordo con ulteriori 7 istituti, si aggiunte la costituenda ATS, di cui NOVA sarà
capofila, costituita da Agorà Kroton, Cisme, Meet Project, Mondiversi, Pathos, Promidea, SOS Ioraztalia, PartecipaAzione, che vantano un’esperienza pluriennale sui temi dell’accoglienza e sui processi di inclusione sociale nei rispettivi ambiti distrettuali, nonchè una lunga esperienza di partecipazione attiva alle azioni regionali sul tema.
Ogni organizzazione coinvolta ha costruito nei rispettivi territori una significativa capacità di public engagement, di concertazione e di coordinamento pubblico-privato, accompagnando i migranti nell’accesso alla rete dei servizi pubblici e privati, risultando altresì un punto di riferimento per la rispettiva rete locale capace di aprire più canali di
inclusione sociale attraverso le strutture SPRAR, i centri che accolgono MSNA, i laboratori pedagogici e di didattica innovativa, le azioni di promozione sociale, i servizi di mediazione interculturale, gli incubatori di “impresa meticcia”, le pratiche innovative di ospitalità diffusa e di integrazione alloggiativa e più in generale i servizi di mentoring per la popolazione straniera.

Calabria accoglie 2.0

Calabria accoglie 2.0

Il progetto si pone l’obiettivo di attivare un laboratorio diffuso di innovazione sociale, che consenta di affrontare le criticità e le sfide che la crescente pressione migratoria pone al tema dell’integrazione dei cittadini extra UE.
Le attività verranno condotte adottando la metodologia della ricerca-azione, compiendo cioè il tentativo di coniugare uno spiccato orientamento all’innovazione con l’esigenza di incidere (in termini di realizzazioni, risultati ed impatto) in maniera significativa sul territorio regionale.

PARTENARIATO
La rete territoriale nasce a seguito del progetto multiazione Calabria accoglie in corso, dalla collaborazione tra Regione e USR e dal partenariato proposto dal Consorzio NOVA in sede di selezione del partner privato. Ai tre istituti scolastici, che a loro volta vantano accordo con ulteriori 7 istituti, si aggiunte la costituenda ATS, di cui NOVA sarà
capofila, costituita da Agorà Kroton, Cisme, Meet Project, Mondiversi, Pathos, Promidea, SOS Ioraztalia, PartecipaAzione, che vantano un’esperienza pluriennale sui temi dell’accoglienza e sui processi di inclusione sociale nei rispettivi ambiti distrettuali, nonchè una lunga esperienza di partecipazione attiva alle azioni regionali sul tema.
Ogni organizzazione coinvolta ha costruito nei rispettivi territori una significativa capacità di public engagement, di concertazione e di coordinamento pubblico-privato, accompagnando i migranti nell’accesso alla rete dei servizi pubblici e privati, risultando altresì un punto di riferimento per la rispettiva rete locale capace di aprire più canali di
inclusione sociale attraverso le strutture SPRAR, i centri che accolgono MSNA, i laboratori pedagogici e di didattica innovativa, le azioni di promozione sociale, i servizi di mediazione interculturale, gli incubatori di “impresa meticcia”, le pratiche innovative di ospitalità diffusa e di integrazione alloggiativa e più in generale i servizi di mentoring per la popolazione straniera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *