fbpx

UN Viaggio Chiamato ARCA

L’appuntamento da segnare in agenda è fissato per venerdì 25 luglio alle 18 e la location sarà l’affascinante Palazzo Campagna di Mendicino. E’ lì che si terrà l’evento “Un viaggio chiamato Arca”, finalizzato a tracciare un bilancio del progetto “L’arte di Conoscersi in cantiere”. Si tratta di un progetto che partecipa al Bando Fami a sostegno di minori stranieri non accompagnati (MSNA) e promosso dall’associazione Aps PartecipaAzione in Ats con la Porta Cenere, partner del Comune di Mendicino.

 

Il Progetto

Il progetto favorisce l’integrazione socioculturale dei MSNA presenti sul territorio cosentino, ospiti dei centri di seconda accoglienza. La nobile finalità è l’inclusione tramite percorsi attivi, ludico-conoscitivi, su tematiche rispondenti all’interesse dei destinatari e utili a facilitare il processo. Si sono sfruttati i linguaggi espressivi delle arti (teatro, musica, pittura, cinema, ma anche il racconto e l’ascolto) per facilitare la reciproca conoscenza. La pittura, in questo caso, è stata il linguaggio artistico a supporto del percorso, tanto che tutti i lavori sono stati raccolti in una mostra virtuale ed esposti in sale museali. Su una base di 100 ore di laboratorio incentrate sul racconto, si sono favoriti, inoltre, l’apertura e il confronto tra i partecipanti al punto da mettere in scena lo spettacolo teatrale “La pace”, tratto da una commedia di Aristofane. Particolare successo hanno riscontrato i cortometraggi. “NonFaRidere”, ad esempio, è un vero e proprio spot antirazzista che ha ricevuto consensi e riconoscimenti internazionali.

 

PartecipAzione APS

L’attività dell’associazione risponde sul territorio ai bisogni di soggetti, giovani e adulti, che vivono particolari situazioni di disagio emotivo e di emarginazione sociale. Le azioni sono mirate al riconoscimento e all’arricchimento delle persone così da favorire iniziative di dialogo, scambio e processi di empatia.

 

Il Viaggio

L’appuntamento di venerdì 25 giugno permetterà di focalizzare meglio i risultati ottenuti e di ribadire con vigore quanto sia importante tenere alta la bandiera dell’integrazione. «Un viaggio meraviglioso, non senza difficoltà, ma colmo di soddisfazioni – evidenzia Vittoria T. Paradiso, presidente di Aps PartecipaAzione e coordinatrice del progetto -. Abbiamo accolto e accompagnato ben 85 MSNA in un pezzetto di vita. Abbiamo intessuto relazioni, condiviso emozioni, esperienze, tradizioni, scoperto talenti e vissuto momenti intensi! Abbiamo lanciato messaggi sociali importanti, con l’intento di scardinare pregiudizi nel rispetto dell’individuo. Arca termina, ma l’impegno mio e dei soci, Davila Scarpelli e Gianpaolo Rosa, sarà sempre volto a coltivare il valore dell’integrazione sociale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *